Webinar 10/07/2020: Giurisprudenza e prassi nel Processo Civile Telematico. Cenni alle misure urgenti emanate per contrastare l’emergenza Coronavirus in materia di giustizia civile

Venerdì 10 luglio 2020 dalle ore 15.30 alle 17.30 si svolgerà, in modalità webinar, il corso:

Giurisprudenza e prassi nel Processo Civile Telematico. Cenni alle misure urgenti emanate per contrastare l’emergenza Coronavirus in materia di giustizia civile.

Il processo d’espropriazione immobiliare al tempo della pandemia e le prospettive di telematizzazione per il futuro

Il fascicolo telematico e gli atti ancora cartacei

di Luca Salati (*)

La pandemia da Covid19, la grave sospensione pressoché generalizzata dell’attività giudiziale, la necessità di ripartire con urgenza pur se con imprevedibili rischi, la consapevolezza che ancora non è stato individuato il vaccino e la minaccia del ritorno della pandemia nei mesi autunnali, devono indurre gli operatori del diritto a pretendere quanto più possibile la digitalizzazione del processo civile al fine di eliminare o quantomeno ridurre le occasioni di contatto sociale.

Pubblicata l’edizione DESI 2020: Italia all’ultimo posto nell’UE per il capitale umano

Il Digital Economy and Society Index (DESI) è stato elaborato dalla Commissione Europea dal 2014 per monitorare l’evoluzione degli Stati membri dell’Unione Europea nella competitività digitale.

Attraverso il DESI sono stati selezionati e sintetizzati gli indicatori ritenuti più pertinenti a livello europeo in materia di prestazioni digitali.

Breve interruzione dei servizi informatici del settore civile – venerdì 19/06/2020 fascia oraria 17:30 – 18:00

Fonte: Portale dei Servizi Telematici – 19 giugno 2020

Si comunica che per urgenti ed improrogabili interventi di manutenzione sui sistemi potrà verificarsi una breve interruzione dei servizi informatici dei sistemi del civile della durata stimata di alcuni minuti, nella fascia oraria 17:30-18:00 di venerdì 19 giugno 2020.

Il procedimento avanti la Suprema Corte ai tempi del COVID-19: un’auspicabile spinta verso la digitalizzazione del giudizio civile di legittimità

Di Federica Castelli, Avvocato in Milano

9 giugno 2020

Abstract

Il Governo italiano, nell’intento di fronteggiare la sopravvenuta emergenza sanitaria, ha adottato una serie di importanti misure che hanno inevitabilmente riguardato anche il settore della giustizia e, segnatamente, il giudizio civile di legittimità. Nello specifico, ad una c.d. “prima fase”, caratterizzata da un generalizzato rinvio delle udienze e dalla sospensione dei termini previsti per il compimento degli atti processuali, ha fatto seguito una c.d. “seconda fase”, nel corso della quale lo svolgimento dell’attività processuale è stato subordinato all’adozione di misure organizzative utili a contrastare il contagio da COVID-19.