30 GIUGNO 2014 – 30 GIUGNO 2019: UN LUSTRO DI PROCESSO CIVILE TELEMATICO OBBLIGATORIO

LA TECNOLOGIA È LO STUDIO TEORICO DEI PROBLEMI GENERALI DELLA TECNICA

INTERVISTA AL DOTT. CLAUDIO CASTELLI

Il 30 giugno 2014 è entrato in vigore il processo civile telematico obbligatorio nei procedimenti avanti il Tribunale. L’obbligatorietà dell’utilizzo dello strumento tecnologico nel processo – dal giugno del 2015, in vigore anche nei procedimenti di secondo grado avanti la Corte di Appello – è stata, in questi anni, fonte di elaborazioni giurisprudenziali a tratti controverse, di ampie disquisizioni, di approfondimenti, di evoluzioni tecnologiche di sistema, e, certamente per gli avvocati, di frequenti ansie notturne.

Abbiamo quindi deciso di cercare di fare il punto della situazione, dopo i primi cinque anni di processo telematico civile “obbligatorio”, traendo spunto da quanto è accaduto nelle aule di giustizia, nelle sessioni di studio, nei convegni e nei vari percorsi dialettici di evoluzione della disciplina. Disciplina che, ancora oggi, è considerata troppo spesso quale mero strumento tecnologico del processo, avulso e scollegato da quest’ultimo, mentre, da più autori ed esperti, deve essere considerato quale mezzo di evoluzione del processo, che non può rispondere a regole create per essere applicate solo sulla “carta”.

Abbiamo quindi ipotizzato cinque domande, elencate di seguito, da porre a soggetti che in questi anni hanno fatto e realizzato processo civile telematico: applicandolo, studiandolo e dando, comunque, un contributo alla sua formazione ed evoluzione. Le domande attengono allo stato dell’arte del PCT ed alla sua possibile evoluzione.

Interruzione servizi informatici settore civile del Distretto di Trento per il giorno 11/07/2019

Si comunica che nell’ambito dell’ordinaria attività di aggiornamento, miglioramento ed upgrade dei sistemi del civile del distretto di Trento si procederà alla interruzione degli stessi di tutti gli uffici giudiziari del distretto di Corte di Appello di Trento dalle ore 13:00 alle ore 14:00 del giorno 11 Luglio 2019 Giugno.

Si precisa che, durante l’esecuzione delle attività di manutenzione, rimarranno attivi i servizi di posta elettronica certificata e saranno, quindi, disponibili le funzionalità relative al deposito telematico da parte degli avvocati, dei professionisti e degli altri soggetti abilitati esterni anche se i messaggi relativi agli esiti dei controlli automatici potrebbero pervenire solo al riavvio definitivo di tutti i sistemi.
Durante la summenzionata interruzione programmata non sarà pertanto possibile consultare i fascicoli degli uffici del distretto coinvolto dal fermo dei sistemi.

Per tutti gli utenti “interni” (Magistrati e cancellieri), durante il periodo di interruzione dei sistemi, non sono disponibili i registri di cancelleria e quindi, per i cancellieri, non sarà possibile procedere all’aggiornamento dei fascicoli, all’invio dei biglietti di cancelleria e all’accettazione dei depositi telematici, mentre non sarà possibile aggiornare i dati dei fascicoli sulla Consolle del Magistrato e sulla Consolle del PM.

Link all’articolo originale

Effettività della tutela giurisdizionale ed errori nell’uso del sistema informatico: la decisione della Corte Costituzionale spagnola

di Fernando Sales, Abogado, CIArb. Barcelona y Madrid.
Fabregat Perulles Sales. Abogados, SCP.

Versione originale (in lingua spagnola)

Organo giudiziale: Tribunale Costituzionale
Nº della Decisione: 55/2019
Data della Decisione: 06/05/2019
Tipo di Decisione: Sentenza
Oggetto della Decisione: Errore nell’invio di atti giudiziali tramite Lexnet

Il 6 maggio scorso il Tribunale Costituzionale ha pronunciato una sentenza [nº 55/2019] avente ad oggetto la violazione del diritto di difesa della parte ricorrente, in applicazione dell’articolo 24.1 della Costituzione spagnola, che prevede: “Ogni persona ha diritto di ottenere una tutela reale ed effettiva da parte di giudici e tribunali nell’esercizio dei propri diritti e interessi legittimi, senza che, in nessun caso, tale diritto possa essere violato”.

PST – Ripristino dei servizi

Si comunica che è attualmente in corso il ripristino dei servizi esposti a livello nazionale dal Portale dei Servizi Telematici (servizi di consultazione, deposito, notifiche e comunicazioni di cancelleria, pagamenti telematici), il Portale dei servizi on-line dei Giudici di Pace, il Portale dei servizi on-line per i minorenni, l’APP e la consultazione del sistema dei Giudici di pace .
I depositi per i quali è stato ricevuto un esito di errore anomalo nella giornata odierna (ad es. E401 – Il E0401: Il Mittente del messaggio non è autorizzato al Processo Telematico) saranno rielaborati e perverrà un nuovo esito automatico . Si raccomanda, pertanto, di non ripetere il deposito.

Link all’articolo originale

Information and communication technologies in courts: Milan meets Budapest

Il 1 luglio 2019 si terrà a Milano, la sala conferenze “Eligio Gualdoni” (1° piano del Palazzo di Giustizia), l’evento

INFORMATION AND COMMUNICATION TECHNOLOGIES IN COURTS: MILAN MEETS BUDAPEST

3:00 P. M. – Participants’ registration

3:15 P. M.- Introduction of the visiting colleagues composing the Hungarian Delegation and of all the other speakers.

Giuseppe Fiengo – Judge

Chairman: Stefano Caramellino – Judge

3:25 P. M. – ICT and civil trial: overview on the applications enabling the clerk’s office and the judges to populate with new content and consult the same data repository.
Viola Nobili – Judge

3:40 P. M. – ICT and criminal trial: overview on the website enabling to consult trial tapescripts and on applications for digital notifications, clerk’s office records, consultation of procedural data by magistrates, justice expenses. Future perspectives.
Alberto Carboni – Judge

4:00 P. M. – ICT and criminal trial: the perspective of lawyers: assets and liabilities of the digital notifications, e-tapescripts, remote hearings.
Alessandro Bastianello, Andrea Del Corno – Lawyers

4:20 P. M. – Digital developments in Hungarian Courts.
Veronika Antal, Maria Maka – Judges

5:20 P. M. – ICT and criminal trial: the perspective of lawyers: certified email notifications, remote delivery to the clerk’s office of parties’ submissions, consultation of dematerialized files, e-payment of litigation fees and former stamp duties, remote sale of distrained goods.
Daniela Muradore – Lawyer

5:40 P. M. – ICT: possible further developments on the existing applications. Doubts and hypotheses about artificial intelligence in Court.
Enrico Consolandi – Judge

6:10 P. M. – Public discussion.

6:30 P. M. – End of the conference.

Il corso è aperto a 60 avvocati e a 30 magistrati, anche in tirocinio, nonché ai giudici onorari, giudici ausiliari ed ai giudici di pace; è necessaria l’iscrizione secondo i metodi tradizionali.

Locandina