Trib. Nocera Inferiore, decr. 25 luglio 2018 (Pres. est. Marano)

ATTENZIONE

L’attività redazionale di anonimizzazione e di pubblicazione in un formato accessibile dei testi dei provvedimenti richiede un impegno notevole. I provvedimenti sono pubblici e possono essere liberamente riprodotti: qualora vengano estrapolati dal presente sito, si prega di citare quale fonte www.processociviletelematico.it

Ricorso per riassunzione – Atto endoprocedimentale – Deposito su supporto cartaceo – Inammissibile

Il Presidente, 

sciogliendo la riserva che precede, rilevato che l’atto di riassunzione del giudizio a seguito di pronuncia di incompetenza da parte del giudice “a quo” è un atto endoprocedimentale per il quale si applica il disposto dell’art. 16 bis del D.L. n. 179/2012, che ha sancito l’obbligatorietà del deposito telematico per gli atti endoprocessuali; ritenuto che, pertanto, l’eccezione preliminare formulata dal resistente deve essere accolta in quanto il deposito del ricorso in riassunzione in modo tradizionale da un punto di vista giuridico è inesistente

PQM

dichiara inammissibile il ricorso in riassunzione di M. A. e dichiara estinto il processo.

Si comunichi.

Nocera, 25-7-2018

Il Presidente

Catello Marano

Seguici e condividi sui social: