Fonte: Portale dei Servizi Telematici - 12 dicembre 2017

Si comunica che, al fine di consentire l’installazione di urgenti e improcrastinabili modifiche correttive sui sistemi informativi della giustizia civile si procederà alla interruzione degli stessi con le seguenti modalità temporali:

  • per tutti gli uffici giudiziari dei distretti di Corte di Appello dell’intero territorio nazionale compresi i Giudici di Pace dalle ore 17:00 del giorno venerdì 15 dicembre e sino, presumibilmente, alle ore 08:00 del giorno lunedì 18 dicembre c.a.

Si precisa che, durante l’esecuzione delle attività di manutenzione, rimarranno attivi i servizi di posta elettronica certificata e sarà, quindi, possibile il deposito telematico da parte degli avvocati, dei professionisti e degli altri soggetti abilitati esterni anche se i messaggi relativi agli esiti dei controlli automatici potrebbero pervenire solo al riavvio definitivo dei singoli distretti.
Durante le summenzionate interruzioni programmate non sarà pertanto possibile consultare i fascicoli degli uffici dei distretti coinvolti dal fermo dei sistemi.

Si avvisa che, durante il periodo di sospensione dei sistemi, non sono disponibili i registri di cancelleria, procedere alle consultazioni e scaricare i fascicoli da parte di tutti gli utenti interni (magistrati e personale di cancelleria).

Link all'articolo

 

Il 14 dicembre 2017, dalle ore 9 alle ore 13, presso il Salone Valente della Palazzina Anmig, l'Ordine degli Avvocati di Milano organizza il convegno

IL PROCESSO CIVILE TELEMATICO - I nuovi adempimenti dell’avvocato telematico: archiviazione e conservazione sostitutiva delle PEC

Coordinano:

Avv. Cristina Bellini, Consigliere dell’Ordine degli Avvocati di Milano

Avv. Renato Laviani, Consigliere dell’Ordine degli Avvocati di Milano
 

Temi trattati:

  • L’atto del processo: dalla scrittura su supporto analogico al documento digitale
  • L’allegazione documentale nei diversi riti civili: fruibilità, reperibilità, efficacia
  • Il concetto di archiviazione tra carta e supporto digitale
  • Archiviazione e conservazione sostitutiva: fonti normative e adempimenti del professionista

 

Relatori:

Dott. Filippo Pappalardo

Avv. Alberto Mazza

Dott. Lorenzo Vaghi

 

Nel corso della sessione un incaricato di Open DOT COM illustrerà le nuovi funzioni Consolle Avvocato sulla conservazione della PEC.
 
La partecipazione all’evento è gratuita.
L’EVENTO È STATO ACCREDITATO PER N. 3 CREDITI FORMATIVI
Iscrizione online: link
 
 

La Corte di Cassazione, con l'ordinanza 8 novembre 2017, n. 26488, si è pronunciata sull'impugnazione proposta avverso la sentenza n. 722/2016 della Corte d'Appello di Catanzaro, che aveva ritenuto nulla - e quindi sanabile ex art. 156 c.p.c. - la notificazione dell'atto appello effettuata dal Ministero dell'Interno con deposito in cancelleria anziché all'indirizzo p.e.c. del difensore costituito.

Secondo gli ermellini, ben ha fatto la Corte d'Appello ad escludere l'inesistenza della notificazione in cancelleria dell'atto di appello, statuendo che la stessa, in applicazione del consolidato orientamento della Suprema Corte in materia, va considerata nulla ed è pertanto sanata ai sensi dell'art. 156 c.p.c. dall'avvenuta costituzione in giudizio dell'appellato.

 

Approfondimenti

Cass., sez. VI-1, ord. 8 novembre 2017 n. 26488 (Pres. Genovese, rel. Acierno)

 

Fonte: Portale dei Servizi Telematici - 1 dicembre 2017

ATTENZIONE: contenuto riservato alle software house

Facendo seguito alla notizia del 13 ottobre 2017, a questo link è disponibile la versione definitiva degli schemi XSD relativi agli atti introduttivi che sarà possibile depositare telematicamente presso la Corte di Cassazione, e che sostituiranno quelli attualmente pubblicati.

È fin d’ora possibile effettuare test sull'ambiente di “Model Office Cassazione”, secondo le modalità riportate in questo documento.

Schemi XSD relativi al deposito telematico dei ricorsi presso la Corte Suprema di Cassazione

Link all'articolo originale