PCT: statistiche e stato dell’arte

Sono state pubblicate sul Portale dei Servizi Telematici le statistiche aggiornate relative al processo civile telematico.

Da giugno 2018 a maggio 2019 sono stati gestiti 15 milioni di depositi telematici (di cui circa 9.200.00 atti di professionisti esterni ed 5.800.000 provvedimenti di magistrati).

Il maggior incremento (+21%) è stato segnato dagli atti nativi digitali depositati dai magistrati, mentre, per quanto riguarda i depositi dei soggetti esterni (avvocati e professionisti) la crescita, a cinque anni dall’obbligatorietà del processo civile telematico, è più contenuta (+8,72%).

Oltre 20 milioni le comunicazioni telematiche inviate dagli Uffici Giudiziari e fino a 12 milioni di accessi al giorno per la consultazione dei fascicoli informatici.

Notizie positive anche sul fronte pubblici elenchi. Il ReGinDE supera quota 1 milione 150 mila soggetti attivi. Dei 257.434 avvocati iscritti, il 95% ha un indirizzo PEC (244.884). Crescono lentamente le Pubbliche Amministrazioni iscritte nel relativo registro: 1.756 PP.AA., di cui 1.147 con indirizzo PEC. Resta grande la distanza con i numeri dell’Indice PA, che comprende ben 2.140 amministrazioni centrali e 20.767 amministrazioni locali censite.

Crescono, infine, anche i pagamenti telematici, che nel periodo analizzato superano quota 500 mila, per un incasso totale di oltre 72 milioni di euro.

Ministero della Giustizia – Processo civile telematico. Stato dell’arte. Dati al 31 maggio 2019

Seguici e condividi sui social: