Operativo dal 17 luglio il Portale delle Vendite Pubbliche

 

Il Ministero della Giustizia comunica che a partire dal 17 luglio è attivo il Portale delle Vendite Pubbliche, istituito dall’art.13, comma 1, lett. b), n. 1 del D.L. 27 giugno 2015, n.83.

Tramite il Portale è possibile pubblicare e consultare gli avvisi di vendita relativi alle procedure esecutive e concorsuali, nonché agli altri procedimenti per i quali la pubblicazione è prevista dalla legge.

All’interno dell’area documentale del Portale dei Servizi Telematici, sono state pubblicate:

–       le Specifiche tecniche del Portale delle Vendite Pubbliche ex art. 161 quater disp. att. c.p.c.

–       le Specifiche tecniche ex art. 26 del D.M 32/2015 recante “regole tecniche e operative per lo svolgimento della vendita dei beni mobili e immobili con modalità telematiche”

utili alla comprensione delle modalità operative.

Sono stati altresì messi a disposizione degli utenti i seguenti manuali:

–       Manuale utente per l’inserimento e la gestione degli Avvisi di Vendita

–       Manuale utente per la presentazione dell’Offerta Telematica

strumentali all’inserimento ed alla consultazione degli avvisi.

ATTENZIONE

A partire dal 17 luglio è possibile procedere alla pubblicazione degli avvisi su disposizione dell’autorità giudiziaria.

Tuttavia per la completa operatività del Portale è necessario attendere la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto del Ministro della giustizia previsto dall’art. 4, c. 3-bis, D.L. n. 59/2016, con cui è accertata la piena funzionalità del Portale stesso.

Inoltre, gli obblighi di pubblicazione sul Portale ex art. 490, c. 1, c.p.c. entrano in vigore decorsi trenta giorni dalla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale delle specifiche tecniche.

La pubblicazione del decreto che accerta la piena funzionalità dei sistemi e delle specifiche tecniche è prevista entro il 30 settembre 2017.

 

Per approfondimenti:

Portale delle Vendite Pubbliche – Link al sito: link 1, link 2, link 3

Specifiche tecniche del Portale delle Vendite Pubbliche – PDF

Specifiche tecniche art. 26 del D.M 32/2015 – PDF

Manuale utente per l’inserimento e la gestione degli Avvisi di Vendita – PDF

Manuale utente per la presentazione dell’Offerta Telematica – PDF

Portale vendite pubbliche: al via fase operativa – La news su Giustizia.it

Portale Vendite Pubbliche – Avviso – La news sul PVP

 

Aggiornamento Specifiche tecniche deposito atti dal 14 luglio.

 

Fonte: Portale dei Servizi Telematici – 11 luglio 2017

 
Si anticipano i nuovi schemi xsd riguardanti le seguenti correzioni:
Modificato l’xsd siecic_v4\Introduttivi-siecic-esecuzioni.xsd per introdurre la regola di univocità del codice fiscale all’interno del tag pressoTerzo.
Corretti i seguenti refusi:

– nell’xsd tipi-anagrafiche.xsd è stato eliminato l’attributo “Generato” e il tipo “Amministrazione”

– nell’xsd base_v2/tipi-anagrafiche.xsd è stato aggiunto l’attributo “minOccurs” per l’elemento “nome” del complexType “Soggetto”.

– nell’xsd sicid_v2/Introduttivi.xsd è stato eliminato il namespace in testa http://schemi.processotelematico.giustizia.it/tipi/anagrafiche che pertanto non è più utilizzato all’interno dell’xsd stesso.
– nell’xsd sicid_v3/Introduttivi.xsd è stato eliminato il namespace in testa http://schemi.processotelematico.giustizia.it/tipi/anagrafiche che pertanto non è più utilizzato all’interno dell’xsd stesso.
 
Le restanti modifiche riguardano i flussi di comunicazione tra gli uffici delle cancellerie dei Tribunali/Corte d’Appello con gli Uffici degli Affari Civili della Procura della Repubblica/Procura Generale presso la Corte d’Appello e i singoli magistrati requirenti.
 
Si segnala che tali correzioni sono state già applicate sul Model Office, mentre l’aggiornamento del sistema di produzione non avverrà prima del 14 luglio p.v.
 

 

 

 

15 luglio 2017: Processo Tributario Telematico disponibile in tutte le regioni

 
Il 15 luglio 2017 il Processo Tributario Telematico entra in vigore nelle Commissioni tributarie provinciali e regionali di Marche e Val D’Aosta nonché nelle Commissioni tributarie di primo e secondo grado presenti nelle province autonome di Trento e Bolzano, secondo quanto previsto nel Decreto 30 giugno 2016 del Ministero dell’Economia e delle Finanze.
 
Si conclude così il lungo iter di avvio del Processo Tributario Telematico che, dopo l’avvio nel dicembre 2015 nelle Regioni pilota di Toscana e Umbria, è stato adottato nel 2016 in altre sei regioni per essere esteso alle restanti undici solo nel 2017.  
 
Come già avvenuto per le precedenti regioni, anche nel caso di Marche, Val d’Aosta e di Trento e Bolzano, il dies a quo decorre dalla notifica del ricorso: come previsto dall’art. 2 del decreto MEF 15/12/2016, il Regolamento e le Specifiche tecniche entrano in vigore per gli atti processuali relativi ai ricorsi notificati a partire dal 15 luglio 2017.
 
Per ulteriori approfondimenti: