Le nuove responsabilità dell’avvocato telematico

 

di Filippo Pappalardo
Referente PCT Unione Lombarda Ordini Forensi

“Le nuove responsabilità dell’avvocato telematico” è un tema che deve essere analizzato sia sul piano operativo (in senso tecnico e pratico) che su quello giuridico, al fine di affermare l’importanza e la necessità di darne effettiva applicazione nella vita di tutti i giorni da parte dei singoli professionisti avvocati.

Oltre a sfruttare le conoscenze tipiche dalle quali un professionista deve poter e saper attingere, costruite in anni di studi e frutto di molteplici esperienze, l’avvocato moderno ha la responsabilità di aggiornarsi, acquisire competenze specifiche e dimestichezza anche con terminologie e strumenti propri di altri settori, non tradizionalmente legati a materie umanistiche come, ad esempio, l’informatica in generale e l’informatica giuridica e giudiziaria in particolare.

L’avvocato di oggi deve sapere cos’è una firma digitale e qual è il suo valore giuridico, distinguere un messaggio di posta certificata da uno non certificato, conoscere almeno le definizioni più importanti richiamate dal Codice dell’Amministrazione Digitale e delle norme primarie e tecniche del processo telematico.

E’ compito dell’avvocato non abdicare su questo fronte rinunciando a priori a conoscenze da considerare, ormai, parte integrante del proprio bagaglio professionale.

Modulo per la registrazione di indirizzi elettronici e dipendenti da parte di Pubbliche Amministrazioni (art 16 c. 12 DL 179/12) – Pubblicazione nuova Versione

Fonte: Portale dei Servizi Telematici – 2 marzo 2015

02/03/15

E’ disponibile al seguente link la nuova versione del modulo che le Pubbliche Amministrazioni potranno utilizzare per eseguire il censimento di cui all’art. 9bis del provvedimento 16 aprile 2014.

Allegati:
ModelloRichiestaCensimentoPPAA

Link all’articolo

 

Rinviata al 1° luglio la partenza del processo amministrativo telematico

Fonte: Il Sole 24 ORE – 28 febbraio 2015

Il Sole 24 ORE segnala la conversione in legge del DECRETO-LEGGE 31 dicembre 2014, n. 192 (c.d. “Milleproroghe”) ad opera della L. 27 febbraio 2015, n. 11 (in G.U. 28/02/2015, n. 49). Fra le altre disposizioni è stata rinviata al 1° luglio la partenza del processo amministrativo telematico inizialmente prevista per il 1° gennaio 2015.

Link all’articolo