News

La delibera del CSM sulle problematiche attuative del Processo Civile Telematico

 

Il CSM fa il punto sullo stato del processo civile telematico dal punto di vista della Magistratura con una dettagliata e articolata delibera, all’esito della quale, in ottica costruttiva, vengono formulate precise proposte.

Nel documento, pur evidenziando alcune criticità sotto il profilo normativo e più in generale la necessità di notevoli aggiustamenti e di generale risistemazione del sistema, il Consiglio ritiene che la scelta di fondo sia condivisibile e che i risultati ottenuti siano complessivamente positivi.

Monitoraggio e studio delle problematiche attuative del Processo Civile Telematico.
Delibera di Plenum in data 13 maggio 2015PDF

Fondo giustizia: oltre 19 milioni per potenziamento PCT

Fonte: www.giustizia.it – 13 maggio 2015

Il Ministro della Giustizia Andrea Orlando ha firmato nei giorni scorsi il decreto di variazione di bilancio con il quale vengono assegnate risorse del Fondo unico giustizia (Fug), per complessivi 30,53 mln di euro, al finanziamento di prioritari interventi strategici dell’amministrazione giudiziaria e penitenziaria, quali lo sviluppo e l’implementazione del processo telematico (19,53 mln), il rafforzamento delle misure di sicurezza  degli uffici giudiziari (3 mln), il potenziamento degli Uffici per la esecuzione penale esterna (0,5 mln), il miglioramento delle strutture penitenziarie (3 mln) e l’ammodernamento degli automezzi destinati al trasporto dei detenuti (2,5 mln) nonché per garantire lo svolgimento delle missioni nazionali del personale del Corpo di polizia penitenziaria (2 mln).

Il decreto sarà pubblicato sul sito giustizia non appena vistato dal competente organo di controllo.

Prosegue, quindi, l’opera già avviata dal Ministro tesa all’ammodernamento e al recupero di efficienza delle strutture giudiziarie e penitenziarie, avvalendosi delle risorse rivenienti dal Fug, da destinare, ai sensi della vigente normativa, al funzionamento ed  al potenziamento degli uffici giudiziari e degli altri servizi istituzionali, come previsto dall’articolo 2, comma 7, del D.L. 143/2008.

Link all’articolo

Dall’ “Osservatorio per il monitoraggio degli effetti sull’economia delle riforme della giustizia” le pagelle dei 139 tribunali d’Italia

Fonte: Corriere della Sera – 12 maggio 2015

Il Corriere della Sera riporta i risultati di uno studio sulla performance dei tribunali italiani nel settore civile condotto dall’«Osservatorio per il monitoraggio degli effetti sull’economia delle riforme della giustizia».

Link all’articolo

La notizia sul sito del Ministero

Giustizia civile – Monitoraggio sulle riforme nel settore civile

Censimenti giustizia e programma Strasburgo 2

Il documento: «Misurare la performance dei tribunali»

 

PCT, direttiva Ministero per obbligo imprese uso posta elettronica

Fonte: www.giustizia.it – 29 aprile 2015

“Il Ministero della Giustizia ha emanato, d’intesa con il Ministero dello Sviluppo economico, una direttiva per semplificare e migliorare la tenuta del registro delle imprese ed omogeneizzare i comportamenti delle Camere di Commercio con l’obiettivo di implementare l’agenda digitale italiana, con particolare riferimento al Processo civile telematico. 
 
La direttiva riguarda nello specifico l’obbligo per le imprese costituite in forma societaria e le imprese individuali attive non soggette a procedura concorsuale di munirsi di una casella di posta elettronica certificata ed iscrivere il relativo indirizzo nel registro delle imprese. 
 
La direttiva è particolarmente rilevante ai fini dell’implementazione del Processo civile telematico poiché, fornendo precise disposizioni per la pubblicazione dell’Indice nazionale degli indirizzi di posta elettronica certificata delle imprese e dei professionisti (Ini-Pec), consente l’utilizzo di tali caselle di posta elettronica per lo scambio di informazioni in modo univoco, certificato ed esclusivamente elettronico.”