di Chiara Imbrosciano

Formatore PCT ed esperta in informatica giudiziaria applicata

 

L’obiettivo di semplificare i rapporti tra Fisco e contribuenti transita dall’automazione dei flussi informativi e documentali anche nell’ambito del processo tributario che diviene quindi telematico. In questa chiave, la scelta del legislatore è stata di procedere per gradi o, rectius, per Regioni.

Dalle Regioni pilota di Toscana e Umbria, in cui ha preso il via nel lontano dicembre 2015, il Processo Tributario Telematico (PTT) è stato esteso nel corso del 2016 ad altre sei regioni secondo il calendario dettato dal Decreto 30 giugno 2016 del Ministero dell’Economia e delle Finanze, che ha previsto l’introduzione delle nuove specifiche tecniche nelle regioni di Abruzzo e Molise, Piemonte e Liguria, Veneto ed Emilia-Romagna. 

Il 2017 segna la progressiva estensione del Processo Tributario Telematico a tutto il territorio nazionale con la road map fissata dal Ministero dell’Economia e delle Finanze nel Decreto 15 dicembre 2016. L’ora X è già scattata per Basilicata, Campania e Puglia. Il 15 aprile tocca a Lombardia, Lazio e Friuli-Venezia Giulia. Sarà poi il turno di Calabria, Sardegna e Sicilia. E il cerchio si chiuderà il 15 luglio 2017 con l’adozione del PTT nelle regioni Marche e Val d’Aosta, nonché nelle Province autonome di Trento e Bolzano.

L’implementazione a carattere progressivo e graduale non costituisce l’unica peculiarità del Processo Tributario Telematico, che si caratterizza in secondo luogo per la sua facoltatività. E infatti, la scelta tra modalità telematica ovvero tradizionale di notifica e deposito di atti e documenti è rimessa alla discrezionalità del difensore che esercita tale opzione in riferimento ad ogni singolo procedimento patrocinato.

 

Dal 10 aprile 2017 sono operative le modifiche evolutive agli applicativi della Giustizia Civile, introdotte con le patch installate sui sistemi informatici del distretto di Corte d'Appello di Milano tra il 24 ed il 27 marzo (vedi news) e nei restanti distretti tra il 7 ed il aprile scorso (vedi news).

Tra le novità più importanti si segnala l'aggiornamento delle specifiche XSD e in particolare:

- la possibilità di indicare più soggetti terzi pignorati (e non più solo uno) negli atti di iscrizione a ruolo del pignoramento presso terzi;

- l'introduzione nell'ambito delle procedure esecutive mobiliari ed immobiliari di un nuovo atto denominato "Opposizione";

- la definizione di nuovi atti, sia in corso di causa sia introduttivi, nell'ambito della Volontaria Giurisdizione in relazione all'Amministrazione di Sostegno, al Trattamento Sanitario Obbligatorio ed in materia di eredità e successioni;

- la modifica dei servizi di consultazione che consentiranno l'accesso e la visibilità dei fascicoli a custodi e delegati, in modo analogo a quanto avviene già per i CTU;

- la realizzazione di ulteriori interventi in relazione all'accesso in visibilità ai fascicoli concorsuali da parte degli incaricati con qualifica liquidatore.

Per maggiori dettagli si rimanda al documento ufficiale pubblicato sul PST.

Fonte: Portale dei Servizi Telematici - 17 marzo 2017

Si dà comunicazione che, al fine di consentire l’installazione di modifiche evolutive sui sistemi del civile, essi saranno interrotti esclusivamente presso gli uffici del distretto della Corte d’Appello di Milano a partire dalle ore 17:00 di venerdì 24 marzo 2017 e non oltre le ore 08:00 di lunedì 27 marzo;

Le funzionalità del portale dei servizi telematici NON subiranno interruzione.

Gli schemi dei nuovi tipi atto depositabili telematicamente dai soggetti abilitati esterni (limitatamente agli uffici del distretto di Milano) sono disponibili al seguente link.

Durante il periodo di interruzione non sarà pertanto possibile consultare i fascicoli degli uffici del distretto della Corte d’Appello di Milano.
Non subiranno interruzioni le funzionalità di deposito telematico degli atti di parte.

Le funzionalità saranno disponibili su tutto il territorio nazionale a partire dal 10 aprile.

Link all'articolo

 

Dopo l'installazione delle patch evolutive effettuata esclusivamente sul distretto di Corte d'Appello di Milano tra il 24 ed il 27 di marzo scorso, è il turno dei restanti distretti di corte d'appello nazionali. Si rimanda alla news precedente per i dettagli relativi alle modifiche evolutive introdotte.

 

Fonte: Portale dei Servizi Telematici - 5 aprile 2017

Si comunica che, al fine di consentire l’aggiornamento di talune funzionalità dei sistemi, a partire dalle ore 17.00 del 7 aprile 2017, saranno resi indisponibili tutti i servizi informatici del settore civile ed, in particolare:

  • La consultazione e l’implementazione dei registri di cancelleria;
  • L’aggiornamento (anche da fuori ufficio) della consolle del magistrato;
  • Il deposito telematico di atti e provvedimenti da parte dei magistrati;
  • Tutte le funzionalità del portale dei servizi telematici;
  • Tutte le funzioni di consultazione da parte dei soggetti abilitati esterni;
  • I pagamenti telematici.

Rimarranno attivi i servizi di posta elettronica certificata e sarà, quindi, possibile il deposito telematico da parte degli avvocati, dei professionisti e degli altri soggetti abilitati esterni anche se i messaggi relativi agli esiti dei controlli automatici potrebbero pervenire solo al riavvio definitivo di tutti i sistemi.

Attenzione!!!
Il riavvio dei sistemi è previsto a partire dalle ore 24.00 del 8 aprile 2017 e sino, al massimo, alle ore 8.00 del 10 aprile.

Link all'articolo

Il 15 marzo 2017 presso il Salone Valente - Palazzina Anmig, Via Freguglia 14 si terrà l'evento organizzato dall'Ordine degli Avvocati di Milano e dalla Fondazione Forense di Milano:

OPEN DAY DEL PROCESSO CIVILE TELEMATICO

Moderano e Coordinano: Avv. Cristina Bellini e Avv. Renato Laviani (Consiglio dell’ Ordine di Milano)
 
Sessione I, mattina:
- ipoteri diautentica dell’avvocato, la notificazione a mezzo posta elettronica certificata, gli atti del processo , atti facoltativi e atti obbligatori, depositi multipli, casi giurisprudenziali.
 
Sessione II, pomeriggio:
- Illustrazione e riepilogo con i rappresentanti degli uffici giudiziari delle prassi per il deposito degli atti civili e di esecuzione; tecniche di redazione dell’atto telematico: collegamenti ipertestuali e riferimenti incrociati . Sinteticità degli atti e copie di cortesia: temi aperti e soluzioni.
Ne discutono:
Dott. Filippo Pappalardo, Commissione Informatica Ordine Avvocati Milano
Avv. Paolo Lessio, Avvocato in Milano, Commissione Informatica Ordine Avvocati Milano
Avv. Alberto Mazza, Avvocato in Milano, formatore PCT
Avv. Daniela Muradore, Avvocato in Milano, Commissione Informatica Ordine Avvocati Milano
Nella sessione pomeridiana, moderata dal Dott. Giovanni Maria Jacobazzi (giornalista, Il Dubbio),interverranno anche il Dott. Enrico Consolandi, Tribunale di Milano, e il Dott. Nicola Stellato, Dirigente delle cancellerie civili del Tribunale di Milano.
 
La partecipazione all’evento consente l’attribuzione di n. 6 crediti formativi per le 2 sessioni – n.3 crediti per la sessione 1 e n. 3 crediti per la sessione 2. Le iscrizioni, che prevedono il pagamento della quota di partecipazione di Euro 30,00, devono essere effettuate dall’area webFormaSFERA (http://albosfera.sferabit.com/coamilano) accessibile dal sito internet www.ordineavvocatimilano.it area FormazioneContinua.