Fonte: Portale dei Servizi Telematici - 17 marzo 2017

Si dà comunicazione che, al fine di consentire l’installazione di modifiche evolutive sui sistemi del civile, essi saranno interrotti esclusivamente presso gli uffici del distretto della Corte d’Appello di Milano a partire dalle ore 17:00 di venerdì 24 marzo 2017 e non oltre le ore 08:00 di lunedì 27 marzo;

Le funzionalità del portale dei servizi telematici NON subiranno interruzione.

Gli schemi dei nuovi tipi atto depositabili telematicamente dai soggetti abilitati esterni (limitatamente agli uffici del distretto di Milano) sono disponibili al seguente link.

Durante il periodo di interruzione non sarà pertanto possibile consultare i fascicoli degli uffici del distretto della Corte d’Appello di Milano.
Non subiranno interruzioni le funzionalità di deposito telematico degli atti di parte.

Le funzionalità saranno disponibili su tutto il territorio nazionale a partire dal 10 aprile.

Link all'articolo

Il 15 marzo 2017 presso il Salone Valente - Palazzina Anmig, Via Freguglia 14 si terrà l'evento organizzato dall'Ordine degli Avvocati di Milano e dalla Fondazione Forense di Milano:

OPEN DAY DEL PROCESSO CIVILE TELEMATICO

Moderano e Coordinano: Avv. Cristina Bellini e Avv. Renato Laviani (Consiglio dell’ Ordine di Milano)
 
Sessione I, mattina:
- ipoteri diautentica dell’avvocato, la notificazione a mezzo posta elettronica certificata, gli atti del processo , atti facoltativi e atti obbligatori, depositi multipli, casi giurisprudenziali.
 
Sessione II, pomeriggio:
- Illustrazione e riepilogo con i rappresentanti degli uffici giudiziari delle prassi per il deposito degli atti civili e di esecuzione; tecniche di redazione dell’atto telematico: collegamenti ipertestuali e riferimenti incrociati . Sinteticità degli atti e copie di cortesia: temi aperti e soluzioni.
Ne discutono:
Dott. Filippo Pappalardo, Commissione Informatica Ordine Avvocati Milano
Avv. Paolo Lessio, Avvocato in Milano, Commissione Informatica Ordine Avvocati Milano
Avv. Alberto Mazza, Avvocato in Milano, formatore PCT
Avv. Daniela Muradore, Avvocato in Milano, Commissione Informatica Ordine Avvocati Milano
Nella sessione pomeridiana, moderata dal Dott. Giovanni Maria Jacobazzi (giornalista, Il Dubbio),interverranno anche il Dott. Enrico Consolandi, Tribunale di Milano, e il Dott. Nicola Stellato, Dirigente delle cancellerie civili del Tribunale di Milano.
 
La partecipazione all’evento consente l’attribuzione di n. 6 crediti formativi per le 2 sessioni – n.3 crediti per la sessione 1 e n. 3 crediti per la sessione 2. Le iscrizioni, che prevedono il pagamento della quota di partecipazione di Euro 30,00, devono essere effettuate dall’area webFormaSFERA (http://albosfera.sferabit.com/coamilano) accessibile dal sito internet www.ordineavvocatimilano.it area FormazioneContinua.
 

 

di Giosiana Radaelli
Avvocato in Milano e formatore PCT

Lo sviluppo tecnologico ha comportato una così profonda trasformazione degli strumenti di comunicazione che quanto previsto, in materia di prova documentale, nel 1942 si dimostra oggi anacronistico e lacunoso. Il codice civile denota tutta la sua anzianità laddove contempla solo il telegramma (art. 2705 c.c.), la scrittura privata (art. 2702 c.c.), le riproduzioni o copie di atti e documenti su supporto cartaceo (art. 2716 c.c.), nonché le riproduzioni meccaniche (art. 2712 c.c.), senza traccia alcuna di ammodernamento, se si esclude un fugace accenno alle riproduzioni informatiche (art. 2712 c.c., come modificato, a partire dal 25 gennaio 2011, dall’art. 23 quater del D.lgs 7 marzo 2005 n. 82)

Pertanto se, da un lato, il documento nella sua forma digitale acquista una posizione preponderante nella pratica quotidiana, dall’altro brilla la sua assenza nel codice civile, trovando una specifica collocazione e definizione solamente nel Decreto legislativo n. 82/2005, recante il Codice dell’amministrazione digitale (d’ora in avanti, CAD) e nel Regolamento UE 23 luglio 2014, n. 910, del Parlamento europeo e del Consiglio, in materia di identificazione elettronica e servizi fiduciari per le transazioni elettroniche nel mercato interno, c.d. eIDAS (electronic IDentification Authentication and Signature).

Fonte: Portale dei Servizi Telematici - 16 febbraio 2017

Al fine di consentire la più ampia diffusione delle modifiche che saranno prossimamente apportate ai sistemi civili, si pubblicano i nuovi schermi XSD aggiornati riguardanti il deposito telematico di nuovi atti, come dettagliatamente riportato nel documento allegato.

Si segnala anche la pubblicazione degli schemi xsd relativi a trasmissioni tra gli uffici giudiziari e gli uffici di stato civile nonché di alcuni tipi atti destinati a consentire la “delega” al compimento di attività telematiche. Tali funzionalità, tuttavia, saranno oggetto di successiva e specifica attivazione.

Si segnala, altresì, che nell’ambito dell’intervento saranno estesi i servizi di consultazione ai professionisti con incarico di custodi e/o delegati e/o liquidatori.

Il Model Office per lo svolgimento dell’attività di test sarà reso disponibile a partire dal 20 febbraio p.v. e, salvo quanto sopra precisato, la messa in produzione non sarà anteriore al prossimo 17 marzo p.v.
Dell’avvenuto aggiornamento dei sistemi di model office e di quello di produzione verrà dato, come di consueto, avviso.

Link all'articolo

I nuovi schemi XSD

Allegato novità MEV febbraio 2017

Fonte: Portale dei Servizi Telematici - 31 gennaio 2017

Si comunica che, al fine di consentire l’aggiornamento di talune funzionalità dei sistemi, a partire dalle ore 17.00 del 3 febbraio 2017, saranno resi indisponibili tutti i servizi informatici del settore civile ed, in particolare:

  • La consultazione e l’implementazione dei registri di cancelleria;
  • L’aggiornamento (anche da fuori ufficio) della consolle del magistrato;
  • Il deposito telematico di atti e provvedimenti da parte dei magistrati;
  • Tutte le funzionalità del portale dei servizi telematici;
  • Tutte le funzioni di consultazione da parte dei soggetti abilitati esterni;
  • I pagamenti telematici.

Rimarranno attivi i servizi di posta elettronica certificata e sarà, quindi, possibile il deposito telematico da parte degli avvocati, dei professionisti e degli altri soggetti abilitati esterni anche se i messaggi relativi agli esiti dei controlli automatici potrebbero pervenire solo al riavvio definitivo di tutti i sistemi.

Attenzione!!!
Il riavvio dei sistemi è previsto a partire dalle ore 24.00 del 4 febbraio 2017 e sino, al massimo, alle ore 8.00 del 6 febbraio.

Contestualmente all’attività di aggiornamento sopra descritto, saranno modificati gli xsd sicid_v1\Introduttivi e sicid_v2\Introduttivi per aggiungere il tipo di dato al campo “consegna-beni”; è stata impostata una restrizione sullo schema per non permettere di inserire all'interno del tag "consegna-beni" valori diversi dal tipo "Valuta" (valore numerico). Si rilasciano anticipatamente i nuovi schemi XSD aggiornati con tali modifiche. 
Si comunica che il sistema di Model Office per l’esecuzione dei test è già aggiornato per la verifica degli strumenti messi a disposizione dei professionisti.

Link all'articolo

Circolare DGSIA 31 gennaio 2017